5 modi per creare efficaci liste delle “cose da fare”

certificazione google shopping
Nuova Certificazione: Google Shopping
marzo 21, 2018
impara dalle grandi aziende
4 Cose che puoi Imparare dalle Grandi Multinazionali
giugno 23, 2018
Show all

5 modi per creare efficaci liste delle “cose da fare”

liste cose da fare

Dalla semplice lista a punti alla sofisticata tavola Kanban, queste tecniche sono perfette per persone creative ma che amano essere sempre super organizzate.

 

Crea una lista di priorità con il metodo Ivy Lee

James Clear, esperto di gestione del tempo, chiama il metodo Ivy Lee “la routine che gli esperti raccomandano per la massima produttività” o la tecnica da 400.000$.
Perché? Ivy Lee, l’uomo che fondò il metodo, nel 1918 lo condivise con un gruppo di dirigenti e disse loro di dargli un prezzo. Tre mesi dopo, aveva un assegno di 25.000 dollari, equivalente a 400.000 dollari moderni.
Ecco la tecnica:
– Scrivi le 6 cose più importanti che devi fare domani.
– Classificale in ordine di importanza.
– Lavora sul tuo primo compito fino a quando non è finito. Quindi, passa al successivo.
– Alla fine della giornata, sposta i lavori non completati nel nuovo elenco di domani.
– Ripeti!
Questo metodo funziona perché è semplice, ti costringe a dare la priorità alle attività e ti rende facile per te un singolo compito.

 

Affidati al Bullet Journal

Il metodo Bullet Journal, apparso per la prima volta nel 2015, è una delle tecniche di produttività più efficaci e una delle più Instagrammabili. Milioni di persone in tutto il mondo giurano che questo è il sistema più flessibile ed efficiente… E chi siamo noi per non credere loro?

Hai bisogno solamente di una penna, un quaderno e (se sei un pignolo) un righello. Ogni pagina dovrà avere un argomento e un elenco puntato con eventi, note e idee. Costruisci le tue liste in base alle tue priorità, contrassegnando i diversi tipi di compiti con semplici simboli. Oltre ai simboli standard forniti dal sistema, puoi crearne di tuoi, rendendo il Bullet Journal ancora più personalizzato.
Il Bullet Journal funziona sia come planner che come registro: puoi ad esempio annotare un evento futuro come un compleanno o segnare qualcosa che è già accaduto, come la tua prima vendita.

 

Programma te stesso con le liste di controllo

La vita è piena di compiti complessi, dall’impostare la stampante al preparare un pasto per 2.
Il chirurgo Atal Guwande, il cui lavoro non lascia spazio a errori, consiglia di utilizzare liste di controllo come metodo per eseguire le attività di routine con il minimo sforzo. Scrivendo un “programma” passo per passo, ti assicuri che nulla venga dimenticato o fatto male, e non dovrai impegnare un cervello stanco o sovraccarico con note mentali da ricordare.

 

Monitora i progressi con il metodo Kanban

L’altisonante tabella Kanban è in realtà un’idea molto semplice: è un insieme di compiti da fare, in corso e fatti. Inizi da ciò che devi fare e sposti i compiti da sinistra a destra man mano che li completi.
Nata nel mondo dello sviluppo software, la tabella Kanban esiste virtualmente anche su app come Trello, e può anche essere una bacheca di vita reale o addirittura una sezione di muro con schede o note attaccate. Può essere semplice o super personalizzata. Ti piacciono i codici colore? Usali. Vuoi usare i post-it colorati che hai trovato in un cassetto? Fallo!

Come nota Andrew Kunesh, “Kanban è ottimo per i team e coloro che amano avere il quadro generale sott’occhio. Quando utilizzi questo metodo, avrai tutte le attività, le scadenze e lo stato di avanzamento davanti a te, quindi non c’è nulla che ti impedisce di concentrarti nel lavoro.”

 

Riduci gli sprechi con il principio di Pareto

Il principio di Pareto, noto anche come regola 80-20, afferma che circa l’80 per cento dei risultati proviene da solo il 20 per cento dello sforzo. Per dirla in altro modo, potresti stare seduto alla tua scrivania per 8 ore, ma la maggior parte dei progressi verranno fatti entro le 2 ore.

Sulla base di tale principio, la Harvard Business Review raccomanda di annotare le 6 priorità del giorno, quindi di barrare le ultime 5. Quindi prova a concentrarti sulla priorità più importante per 90 minuti. Se ti ritrovi distratto da un video di gattini, riscrivi di nuovo il tuo compito per riacuistare di nuovo la concentrazione.

Dopo aver preso completato il compito più importante, puoi (in teoria) passare il resto della giornata ad affrontare quei compiti piacevoli che di solito vengono dimenticati. Oppure continuare a guardare i video dei gattini… La scelta è tua! 😉

 

Fonte: blog.moo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.