Come Creare il Tuo Logo Aziendale

social media per pmi
Social Media per Piccole Aziende: 6 Consigli
agosto 18, 2017
5 abitudini per chi lavora da casa
5 Abitudini Toccasana per Lavorare da Casa
ottobre 11, 2017
Show all

Come Creare il Tuo Logo Aziendale

creazione logo aziendale

Stai progettando il tuo logo aziendale? Per il titolare di un’impresa, quella del design non è una delle conoscenze principali. Perciò se ti stai arrovellando nel creare un brand visivo, questi suggerimenti ti possono aiutare (anche se sei un principiante).

Scegli gli strumenti di grafica

Anche se il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un professionista, grazie alla varietà di tool online è possibile creare un progetto fai da te.
Vectr, Method Draw e Janvas sono programmi online eccellenti per chi ha un budget limitato. Essi consentono di creare immagini vettoriali scalabili senza acquistare o scaricare un solo byte di software. Ci sono inoltre tantissimi tutorial disponibili online al riguardo.

Controlla la concorrenza

Prima di iniziare, scopri cosa fanno i tuoi concorrenti. Questo ti aiuterà a creare un logo che si distingua dal resto. Potrai inoltre notare le tendenze di progettazione dei brand simili al tuo e trovare qualcosa da usare come punto di partenza.
La creazione di una “mood board” su Pinterest può aiutarti a raccogliere tutte queste idee in un unico luogo (e a trovarne altre).

La giusta via di mezzo

Il tuo logo deve essere ottimizzato per poter essere usato sia su un grande stand per eventi che sul piccolo biglietto da visita. Ciò significa che non deve essere né troppo ricco né troppo tenue, e deve essere qualcosa che funziona da solo o con l’aggiunta di testo.

Esplora la tavolozza dei colori

Se stai progettando il tuo primo logo, potresti anche essere nelle prime fasi del vero e proprio sviluppo del tuo brand. Pensa a una tavolozza di colori che può inizialmente venire usata per il tuo logo e può poi essere estesa ad altre aree come la cancelleria e gli imballaggi.
La tua azienda avrà un solo colore principale, o due, o tre?
Per un accenno ai colori che stiano bene insieme, guarda Paletton.com.

Datti allo scarabocchio

Un blocco per appunti, qualche pennarello e un po’ di tempo trascorso a scarabocchiare senza pensieri ti possono aiutare a sviluppare le tue idee. Anche se il disegno non è il tuo forte, tutti sanno scarabocchiare, perciò prova!
Sapere ciò che non vuoi è importante tanto quanto capire quello che funziona.

Evita i cliché

Una lampadina che rappresenta un’idea, una pianta che simboleggia la crescita, un salvadanaio per il risparmio… Il mondo della grafica è pieno di idee scontate e super inflazionate che sono ormai diventati degli scontati cliché.
La tua analisi dei loghi dei competitors dovrebbe aiutarti a evitare i luoghi comuni nel tuo business e i cliché generali che abbondano nel mondo della grafica

Segui i principi dei grandi maestri

Un rapido sguardo al passato rivela dei concetti fondamentali che possono aiutarti a dare al tuo design gli “elementi classici” del successo.
Il movimento Bauhaus del XX secolo ha identificato i legami tra forme, emozioni e colori di base, ad esempio il famoso “triangolo, quadrato e cerchio” di Kandinskij e la teoria dei colori. Ancora più indietro nella storia, il Golden Ratio, un principio matematico che governa proporzioni esteticamente gradevoli, è stato usato fin dalla Grecia antica.
Prova a sfruttare anche questi principi come punto di partenza per il tuo logo.

Esponiti alle critiche (o ai complimenti!)

E’ il momento di mostrare il logo ad amici, familiari e magari le community online del settore in cui partecipi attivamente. Raccogli le risposte e ascolta eventuali critiche per approfittarne ed ottimizzare il tuo disegno!

Tradotto liberamente da: blog.moo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *