4 Consigli per un Migliore Equilibrio Vita Personale/Lavoro

consigli per chi lavora da casa
6 Consigli per Chi Lavora da Casa
aprile 15, 2017
Profilo Linkedin perfetto
Come Avere un Profilo Linkedin Perfetto: la Foto Profilo
maggio 25, 2017
Show all

4 Consigli per un Migliore Equilibrio Vita Personale/Lavoro

 
Ti sei appena tuffato nel magico mondo dei freelance, ma il tuo 9-18 sta diventando più un 24 ore su 24?

E' il momento di trovare il modo per dedicare più tempo a te stesso/a. Prova questi 4 consigli per concederti qualche libertà in più ed avere di conseguenza una routine di lavoro più equilibrata.

Rispetta i tuoi appuntamenti personali

Salti spesso l'ora di palestra perché pensi di non poter staccarti dalla tastiera? Oppure hai un progetto di miglioramento della casa che ti sembra di non riuscire mai a terminare?
È il momento di trattare il tuo programma personale con lo stesso rispetto che riservi a quello professionale. E' importante proteggere quelle attività che ti fanno felice, sia che si tratti di una cena con amici, iscriverti a un corso di Pilates o rilassarti con un buon libro.

Pianifica il tuo tempo libero, ogni giorno, con lo stesso rigore che riservi al tuo piano lavorativo, e cerca di rispettarlo. Inserisci questi appuntamenti nel tuo calendario o nell'agenda. Non importa che siano "corso di yoga", "cena" o semplicemente "Io, divano e serie TV preferita".

Porta le tue passioni sul lavoro

Unire le passioni che coltivi al di fuori dell'ufficio con chi sei quando ti trovi alla scrivania, potrebbe essere più facile di quanto pensi. Per alcuni, è la playlist dance che dà una marcia in più alle attività più noiose, per altri è concedersi una sfumatura di aromaterapia alla postazione di lavoro, il proprio cibo preferito per il pranzo o addirittura la compagnia del proprio cane durante il lavoro.

Prenditi qualche minuto per fare un elenco di semplici cose che ti danno felicità, comfort e relax. Un maglione morbido, un panino gustoso, aria fresca, la musica dance... E ora pensa a come portare una di queste cose al lavoro.

Non temere di fermarti

C'è sempre la tentazione di continuare a spuntare un'altra cosa dall'elenco delle cose da fare. A volte sentiamo come se qualcosa di terribile succederà, se non lo facciamo.
A parte le scadenze, non c'è nulla di urgente! Perciò, quando hai raggiunto il tuo obiettivo di ore di lavoro per la giornata, fermati!
Per alcune persone, pensare alla fine della giornata lavorativa come una tappa concreta da raggiungere può essere motivante, soprattutto se rispondi bene alle scadenze.
Potresti scoprire di essere in grado di fare più cose in meno tempo. Aumentare la produttività e tornare a goderti le serate? Sì, grazie!

Prova un'app per il monitoraggio del tempo (come la semplice Hours). Cerca di essere costante nell'usarla per almeno 2 settimane, e scopri quanto tempo impieghi per l'attività lavorativa, quanto per il tempo libero e quanto per il riposo. Assicurati di contare anche tutte quelle email fuori orario! Una volta che si ha una corretta misurazione del proprio tempo, sei in grado di capire se ci sono cambiamenti da introdurre.

Rompi lo schema orario "9-18"

Le persone lavorano a ritmi diversi, quindi non sentirti obbligato a dover fare il classico turno "9-18" solo perché lo fanno tutti gli altri. E' stato rilevato anche dalle grandi imprese - uno studio condotto dal CIPD ha mostrato che l'83% delle imprese ha riportato una maggiore produttività dopo l'introduzione di un orario flessibile.
Mentre per alcuni, il classico turno lavorativo funziona davvero meglio, altri, con l'aggiunta di un po' di flessibilità, si sentono meno sotto pressione. Nessuno ha bisogno di stress extra causato dalla preoccupazione di essere sempre "in ritardo". Se questo ti suona familiare, forse è il momento di rivoluzionare il modo in cui pensi alla tua giornata lavorativa.

Sperimenta vari "turni lavorativi" durante le prossime 2 settimane, e trova il modello che funziona per te. La giornata lavorativa può variare anche in base alla stagione, al clima, alle ore di luce...

Liberamente tradotto da The MOO Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.